Uno dei risultati più notevoli della cooperazione interistituzionale è stato l'avvio da parte del Centro del progetto IATE (terminologia interattiva per l'Europa), avvenuto nel 1999. Con oltre 8 milioni di termini nelle 24 lingue ufficiali dell'EU, IATE è oggi la banca dati terminologica più grande al mondo: nel 2016, la versione pubblica è stata consultata in 36 milioni di ricerche, mentre quella interna (accessibile solo al personale dell'UE) ne ha totalizzate 18 milioni.

IATE è a disposizione del pubblico dal 2007 e vi confluiscono le risorse terminologiche di tutti i servizi di traduzione dell’UE.  Il Centro di traduzione gestisce gli aspetti tecnici del progetto per conto dei relativi partner: i servizi di traduzione della Commissione europea, del Consiglio dell’Unione europea, del Parlamento europeo, della Corte dei conti, del Comitato economico e sociale europeo/Comitato delle regioni, della DG Interpretazione del Parlamento europeo, della direzione generale dell’Interpretazione della Commissione europea (Servizio comune interpretazione e conferenze, SCIC), della Corte di giustizia, della Banca europea per gli investimenti, dell’Ufficio delle pubblicazioni e della Banca centrale europea. Prima dell’avvio del progetto, quasi tutte queste istituzioni avevano la propria banca dati di termini, mentre oggi tutte le raccolte terminologiche da parte dei servizi di traduzione delle istituzioni e degli organismi dell’UE confluiscono in un’unica banca dati terminologica condivisa, quella di IATE.